stefanoallievifoto logo stefano allievi










Apertamente Blog Appunti dalla crisi italiana


twitter allievi facebook allievilinkedin allievifeed allievi

Se una notte d’inverno un elettore…

Mi sveglio, leggo i giornali e qualche post su facebook, e scopro che Renzi è un grande statista: lo dicono quelli del suo stesso partito che fino all’altro ieri lo consideravano uno di destra, un berluschino teleguidato da Gori, un ragazzino arrogante, un corpo estraneo al PD, incompatibile con la sinistra e persino con il centrosinistra.

A rigor di logica: o è cambiato Renzi, o sono cambiati gli altri.

Leggo meglio le dichiarazioni di Renzi, e i suoi comportamenti. Sta facendo esattamente quello che aveva sempre detto che avrebbe fatto, se avesse perso le primarie.

A rigor di logica: qualcuno, fino all’altro ieri, aveva più ragione di qualcun altro. Nessun problema: anzi, è una buona notizia che lo si scopra – meglio tardi che mai. Ma ammetterlo, che ci si era sbagliati, una volta tanto, no?

O, dormendo, mi sono perso qualcosa?

2 risposte a Se una notte d’inverno un elettore…

  • stefano scrive:

    Io penso che fosse difficile scegliere. e che difficilmente Renzi avrebbe davvero potuto vincere. ma penso che, effettivamente, se le cose fossero andate diversamente, questo paese avrebbe avuto una chance di modernizzazione in più. non mi ha bruciato il risultato, però: me l’aspettavo, dati i rapporti di forza. mi hanno bruciato, pesato, infastidito, e più di tutto mi sono dispiaciute, le pregiudiziali ideologiche, i rifiuti preconcetti e personalistici, che ho visto in tanta, troppa, sinistra, Pd e non (molti amici, amici veri, che votavano Vendola, ad esempio). io avevo provato a ragionarci sopra, prima del voto e nel periodo del ballotaggio (ad esempio qui: http://www.stefanoallievi.it/2012/11/primarie-un-appello-agli-indecisi/ e nel blog ‘contraddetti’ ce ne sono altre testimonianze). mi è dispiaciuto, umanamente e politicamente, non avere quasi occasione di discuterne pacatamente con nessuno. tutto era già deciso. a prescindere. pregiudizialmente. Renzi, in questo, ha le sue responsabilità. altri hanno le loro.

  • Diego R. scrive:

    Personalmente ho ammesso di essermi sbagliato, almeno al secondo turno. E di questo faccio dolorosamente ammenda.
    Però mi bruciano anche un altro paio di cosette, nell’ordine: 1) che sarebbe stato ragionevole votare il candidato che, almeno sulla carta, era meno vicino a me – 2) che, come sempre accade in Italia, si è costretti a scegliere non tanto per convinzione quanto per reazione a un inganno.

Leave a Comment