stefanoallievifoto logo stefano allievi










Apertamente Blog Appunti dalla crisi italiana


twitter allievi facebook allievilinkedin allievifeed allievi

Chi ha aiutato Grillo

Per i leader dei principali partiti, quelli grandi e anche quelli piccoli, quelli vecchi e anche quelli nuovi, è una specie di riflesso condizionato. Se uno li critica, è antipolitica. Ancora non hanno imparato dagli errori del passato: i quali mostrano con chiarezza che, più demonizzi chi ti demonizza, considerandolo fuori dal gioco anziché uno dei tanti attori in gioco, più ne metti in risalto diversità talvolta più presunte che reali, e lo aiuti a trovare consenso.

La conventio ad excludendum, il mettersi tutti contro uno, per escluderlo dal cerchio, è una pratica infantile, che sa più di bullismo che di democrazia. E, peraltro, non ha mai funzionato. Non ha funzionato con i postfascisti, quando si chiamava “arco costituzionale”, da cui loro erano fuori. Non ha funzionato con Berlusconi: anzi, l’ha aiutato a rimanere (e anche a rimettersi) in sella. Non ha funzionato ora con Grillo: anzi, l’ha aiutato. Del resto, a tutti piacciono gli eroi solitari, le voci fuori dal coro, gli anticonformisti, i Davide contro i Golia, i Robin Hood contro gli sceriffi di Nottingham. Anche quando sono storie inventate, e lo sappiamo. Per questo ne amiamo le avventure e li andiamo a vedere al cinema: anche quando non siamo eroi e nemmeno solitari, cantiamo nel coro, siamo assolutamente conformi, nei comportamenti quotidiani stiamo con Golia e di mestiere lavoriamo per lo sceriffo di Nottingham. Solo che ci piace pensarci diversi. E visto che costa poco, e visto che non lo facciamo altrove, non ci dispiace farlo almeno in politica. Se voi ci considerate antipolitica, se voi ci volete mettere fuori dal gioco, noi vi facciamo vedere: ed entriamo nel gioco a modo nostro, seguendo l’eroe solitario del momento, o non seguendo nessuno, non andando nemmeno a votare.

Il meccanismo è semplice: elementare, persino. E’ sorprendente che non lo capiscano nemmeno leader sperimentati e di lungo corso. Finendo per dar ragione a chi li critica: se non lo capiscono, forse è precisamente perché sono troppo sperimentati e di troppo lungo corso…

Alla fine, molti scopriranno di averlo aiutato, quello che combattevano.

Leave a Comment