stefanoallievifoto logo stefano allievi










Apertamente Blog Appunti dalla crisi italiana


twitter allievi facebook allievilinkedin allievifeed allievi

Termometro emiliano

Sabato sono stato alla Festa Democratica di Reggio Emilia, per partecipare a un dibattito su “Laicità e pluralismo religioso”, che ho contribuito a vivacizzare polemizzando allegramente dall’inizio alla fine con Massimo Teodori.

Mentre cenavamo, davanti a dell’ottimo pesce, mi sono fatto aggiornare dalla dirigenza, schierata con Cuperlo, sulle presenze di pubblico di fronte ai leader del PD. Renzi (il candidato segretario): 7000 persone (anche se almeno la metà, stando agli organizzatori, provenienti da fuori Reggio e da fuori Emilia). Epifani (il segretario): 500. Roberto Speranza (chi?): una ventina… Altri devono ancora partecipare. Bersani andrà a presentare un libro. Civati arriverà in seguito.

E siamo in Emilia, neh…

Per finire tornando al dibattito. Dopo cena, girando per gli stand, mi si è avvicinato un militante di lungo corso, baffoni e uno splendido accento reggiano bello carico, vassoio in mano (era volontario in uno dei ristoranti, ma aveva assistito al dibattito), e mi fa: “Professore: ma l’americano lì, c’aveva proprio un c***o per capello”.  Mi è sembrata una bella sintesi della discussione…

Come al solito: grandi complimenti agli organizzatori per l’efficienza e la capacità, e molta invidia, confrontando la loro con altre feste democratiche. Per l’attenzione ai contenuti, ai servizi, ai bambini… Per la libreria, che non è un ‘angolo’ ma è seria. E altro ancora.

Aneddotica. Il primo volontario incontrato entrando in Festa: un sikh con t-shirt del PD di Novellara. Un partito finalmente plurale: davvero…

Leave a Comment